Vorremmo

Home  /  News  /  La voce del Coordinatore  /  Current Page

Vorremmo essere quel sasso che lanciato nello stagno, seppur affondando, lascia un cerchio che si allarga, increspa l’acqua, la smuove e fa si che vi sia una piccola onda di ritorno, anche se lui non la vedrà: questo perché non ci interessa il protagonismo, né nostro né delle nostre organizzazioni, ci interessano gli effetti che insieme riusciamo a produrre, nelle persone, nella comunità.

Secondo uno stile di lavoro tipicamente salesiano, che solo a lavoro svolto si mette a raccontare e che non fa delle promesse la propria bandiera, ma che si fonda sull’agire.

Vorremmo   che   il   termine   appartamento   che   deriva   dallo   spagnolo apartarse, in   italiano ‘appartarsi’, normalmente in uso da chi tratta il patrimonio immobiliare, commerciale e che quindi è l’opposto di un luogo in cui la condivisione è il pilastro portante lasci spazio alla parola alloggio e ad abitazione e quindi a casa: luogo di cura, di vita e di socialità.

Vorremmo che la tanto decantata trasferibilità di un modello abitativo possa essere tradotta e vissuta da chi dopo un passaggio in via Gessi può cercare nel suo piccolo di riproporla laddove è chiamato a vivere.

Andrea T.


Sponsor