Telefonate. Telefonata.

Home  /  News  /  Diario di Bordo  /  Current Page

Telefonate come tante che arrivano per chiedere se è possibile venire ad abitare da noi. Una voce come quella di tante e tanti che raccontano un pezzo della loro vita al telefono e che come tante vorresti aiutare ma sai che non puoi. Racconti di vite spezzate, di paure, di fughe, di difficoltà. A volte un po’ romanzati, forse per provare a cercare uno spiraglio possibile, a volte proprio solo richieste di informazioni ma in cui trapela la stanchezza e la rassegnazione.

E tu sei lì, con il cellulare in mano, magari stanco, magari alla sera, magari in un giorno di festa, magari quando non vorresti esser lì ad ascoltare. Invece sei proprio lì che scusandoti per non poter offrire una soluzione per tutti fai la sola cosa che puoi fare: ascoltare e se puoi consigliare altre strade, forse più adeguate. E quando la telefonata si chiude spesso dall’altra parte c’è un grazie. Un grazie per non aver risolto assolutamente nulla, un grazie per aver dimostrato la nostra non possibilità di agire, un grazie per aver semplicemente dedicato pochi minuti per ascoltare un pezzettino, minuscolo della vita di un altra persona.

Andrea T.


Post Tags: ,



Sponsor