Quando arriva la casa…

Home  /  News  /  Diario di Bordo  /  Current Page

Quando arriva la casa, alle diverse sensazioni sopraggiunge l’ansia e la paura di non farcela a ricominciare una nuova vita fuori dal Condominio.

Anche per la famiglia affidataria, la partenza di una mamma con i suoi figli non è mai un passaggio automatico, anzi, è molto faticoso sia dal punto di vista organizzativo che da quello umano.

… quando hanno ricevuto la telefonata di presentarsi presso gli uffici ATC per la scelta dell’alloggio…

A: “Era da 4 anni che aspettavamo la notizia per la casa e non arrivava, quando mi hanno chiamata  ho pianto di gioia”.

C: “Quando ho saputo la prima sensazione che ho provato è stata l’incredulità, pensavo fosse uno scherzo di mamma. Appena ho realizzato che non lo era, sono scappata a piangere dalla felicità, non sono mai stata così felice”.

S: la gioia è che abbiamo una casa tutta nostra, e che condivido la stanza con la mia sorella. Ovviamente mi mancherà il Condominio e i miei amici”.

Cara A. è stato bello vedere come sei riuscita a organizzarti tra i lavori da fare nella nuova casa. Tra decoratori, serramentisti e l’acquisto dei mobili, il tutto rimanendo nei tempi dati. Tranne qualche consiglio e qualche preventivo visto insieme, rigorosamente “da sola”, non perché nessuno volesse aiutarti ma perché hai voluto “riscattarti” dalle fatiche del tuo passato per te e per le tue figlie …e ce l’hai fatta!

Grazie A, perché il “fare da sola” non è servito solo a te, ma la tua testimonianza di donna caparbia, tenace e la tua voglia di autonomia è stato un grande dono anche per me, grazie!

Donatella, mamma affidataria

 

disegno_Sonia_nwl


Post Tags:



Sponsor