La tradizione delle orecchiette

Home  /  News  /  Diario di Bordo  /  Current Page

Si dice che l’Italia sia il paese degli spaghetti e delle tagliatelle, ma in verità ogni regione ha la sua tipica pasta. Fin da piccola, io che sono veneta, ho imparato a fare gli gnocchi da mia bisnonna, quando la domenica la famiglia si riuniva per il consueto pranzo.

In verità tutti i tipi di pasta fatta in casa mi hanno sempre affascinata. È così che è nata la voglia di imparare dalla signora Pina, pugliese DOC, l’arte delle orecchiette. Perché di arte si tratta, di amore per la propria terra e le proprie tradizioni, di pazienza e di voglia di condividere. La Pina infatti le porta spesso al piano terra, quando le prepara.

E così, anno dopo anno, sono riuscita a convincerla e a prendere un vero e proprio appuntamento: giovedì alle 14 presso la cucina condivisa. Con pazienza e tra una chiacchiera a l’altra, alla fine abbiamo preparato 3 porzioni di orecchiette (secondo me anche 4.. dipende dagli appetiti!) e come sempre capita quando si fanno questi lavori manuali insieme, ci siamo lasciate andare a ricordi lontani nel tempo, ad aneddoti condivisi, a sorrisi, ad interpretazioni di sogni.

A me è rimasta la voglia di imparare ancora, quindi la prossima battaglia sarà farmi insegnare a preparare qualche altro piatto prelibato… o appena la situazione si allenterà un po’, a fare un corso di cucina interno al condominio, tra piani alti e bassi, dove condividere orecchiette, strufoli, gnocchi ma anche cous cous e msmmen marocchini, borsc e perizke ucraini, Fred Rice nigeriano. Sono aperte le iscrizioni!

Silvia C.


Post Tags: , ,



Sponsor