I ‘’nuovi’’ vicini

Home  /  News  /  Diario di Bordo  /  Current Page

Ai piani alti, sono arrivati alcuni nuovi assegnatari. Era da tempo che vi erano alloggi vuoti per via di alcuni decessi più o meno improvvisi e soprattutto al terzo piano, dalla parte destra, N. ( il nostro splendido 87enne) era rimasto l’unico inquilino del corridoio.

Le persone che venivano a visionare gli alloggi per la scelta erano quindi tenute ben d’occhio da tutti gli inquilini anziani che attendevano prima o poi un nuovo vicino di casa.  Un giorno i nuovi assegnatari sono andati a vedere proprio l’appartamento al terzo piano accanto a quello di N.

Il nostro amico ha buttato l’occhio e ha notato subito con sorpresa che la futura inquilina comunicava a gesti in quanto sordomuta. Oltre che sorpreso N. è rimasto un po’ ‘’deluso’’: Come posso intrattenermi con una signora che non parla? Come posso comunicare?

Ad inizio mese A. si è trasferita nell’alloggio accanto a N, e da quel momento N. non è stato un giorno senza incontrarla. Ogni giorno lui le suona il campanello alle 10 per salutarla, a modo suo, con i suoi gesti e per sapere se va tutto bene. Quando salta l’appuntamento è lei che va a suonare a lui! Lui ha conosciuto ormai tutta la sua famiglia, figli e nipoti e le ha fatto conoscere tutto il condominio, Spazio anziani compreso. Ogni volta che arriva qualche artigiano lui si fa portavoce e mediatore.

Imparare la lingua dei segni a 87 anni forse non è possibile, ma se si ha il desiderio di relazionarsi e farsi prossimo anche solo al vicino di casa, a 87 anni ci si può inventare anche una lingua tutta propria.

  Silvia B.

reato-suonare-campanello

 


Post Tags: ,



Sponsor