Finalmente la casa!

Home  /  News  /  Diario di Bordo  /  Current Page

Che cosa hai provato quando ti hanno detto: “hai la casa”?

Quando è squillato il mio telefono ho sentito una voce maschile che diceva “Comune di Torino”, lì per lì ho pensato: “sarà per la mensa di mia figlia”. Poi ho detto a voce bassa: Comune di Torino? Sì, mi ha risposto, La chiamo per l’alloggio popolare, è ancora interessata? Immediatamente ho risposto di sì, ho riso tanto e ho aggiunto proprio adesso che non lo aspettavo quasi più, e ho aggiunto “Lei lo sa che lo sto aspettando da otto anni?”, mi ha risposto di sì e poi mi ha detto “prendi una penna scrivi l’appuntamento e io ho risposto “no, no lo scrivo nella mente” e abbiamo riso entrambi.

Quando hai visto l’alloggio: qual è stata la tua emozione?

Finalmente è arrivato il “benedetto” giorno, sono arrivata in ufficio Dio sa quanto ero felice, ho voluto portare con me la mia bambina e l’educatrice per condividere la mia gioia! Il giorno successivo siamo andati vederlo, quando ho visto il signore che mi aspettava, mi sono detta fra me e me “allora è tutto vero”, ero emozionata. Sono entrata in quella che sarebbe stata la mia casa, ho respirato a lungo, ero contenta perché era proprio come la volevo: finalmente la mia sofferenza era terminata, ho realizzato il mio sogno. Mi sento fortunata ad avere una casa con mia figlia e a non dover mai più fare traslochi. Ogni inizio ha una fine: è proprio vero!

Nasra

nasra


Post Tags:



Sponsor