Ci abbiam preso gusto

Home  /  News  /  Diario di Bordo  /  Current Page

Si è vero, l’esubero che riceviamo da un supermercato di zona, ogni giovedì, che comprende frutta, verdura e pane ci impegna molto. Innanzitutto la volontaria che ogni settimana con la sua auto va a prendere il cibo, poi ci spetta la sistemazione e lo smistamento, le pulizie e lo smaltimento dei rifiuti rimasti perché ci trasformiamo per 8 ore in un piccolo banco del mercato. Alle volte ne arriva poco per la richiesta che abbiamo, altre invece ne arriva troppo e cosi, nel giro di pochissimo, dobbiamo inventarci modi per dargli un’altra possibilità, portando a sera ormai inoltrata ad altre realtà cittadine che si occupano di indigenti, ciò che è avanzato. Nonostante la fatica, assaporiamo il gusto di non sprecare e del ‘’non si butta via nulla’’, proviamo a diffonderlo tra i nostri ospiti, nuovi e ex provando a dargli una seconda e se serve anche una terza vita. Da qualche settimana con sorpresa, oltre le solite piantine aromatiche, ci arrivano anche piante e fiori ‘’freschi’’ e cosi, in occasione del passaggio di due colleghi, questi son tornati a casa con un mazzo ciascuno di rose, un po’ abbacchiate ma ancora belle e da ieri ci fa compagnia una stella di Natale, che nel suo percorso ha rotto qualche ramo ed è diventata ‘’invenduta’’ per la grande distribuzione ma non per noi. Abbiamo donato piantine a chiunque passasse, anche se un po’ rinsecchite, bisognose di acqua ed attenzione, trasmettendo il valore della speranza che ci mettiamo in ogni situazione che incontriamo.      Silvia B.


Sponsor