2 occhi furbi

Home  /  News  /  La voce del Coordinatore  /  Current Page

Credo che tra i tanti sguardi incrociati in anni di Condominio quello che mi rimarrà sicuramente impresso sarà quello di un ragazzino, 14 anni, egiziano. Un ragazzino richiedente, che quando scende per studiare, all’ora che vuole lui, con il materiale che si ricorda di portare, con la poca voglia di stare li sul pezzo, insiste sino allo sfinimento, sino a quando qualche adulto gli si siede accanto e incomincia il calvario con lui, nel quale si percepisce più la curiosità verso il suo interlocutore, meglio se interlocutrice, che la curiosità per cosa dovrebbe imparare.

Una famiglia numerosa la sua, lui il primogenito, che condivide il peso di un fratello minore disabile grave, di altri 2 più piccoli ancora, di una mamma che non parla italiano e di un papà lavoratore che si immola per la sua famiglia.

Che cosa combinerà da grande? Quale sarà il suo futuro possibile?

Se si misurano le risorse e le opportunità viene da piangere, ma se si guardano i suoi occhi la speranza che possa emanciparsi e avere un futuro c’è.

Andrea T.


Sponsor